Taggato: responsabilità professionale

Fine pena: mai.

È il 1994. Claudio è un giovane ginecologo di una USL di un ospedale pubblico con la qualifica di assistente. In quell’anno la Apple lanciava il primo Macintosh, Bill Clinton e Boris Yeltsin firmavano gli accordi di disarmo nucleare, Kurt Kobain si suicidava a Seattle, Ayrton Senna moriva dopo lo schianto all’autodromo di Imola ed in Ruanda iniziava uno dei...

Il pericolo delle linee guida come atto di fede

In questo articolo, pubblicato su Quotidiano Sanità, metto in evidenza pregi e difetti del disegno di legge sulla responsabilità professionale. Uno dei problemi maggiori è la decisione di definire le Linee guida di buona pratica assistenziale non come il risultato di una analisi approfondita basata sulle migliori evidenze ma come una atto di traslazione fideistica basato sulla bontà delle Società...

Caccia al medico “colpevole”

Anche oggi i giornali hanno dato il meglio, scavando nelle (presunte) responsabilità dei medici negligenti. Pronti ad osannare l’ennesimo trapianto e i voli militari che portano organi di qua e di là, a incensare l’intervento “miracoloso”, a genuflettersi all’intervista del luminare, ma sempre ligi a sparare stupidaggini ad alzo zero ed a fare giornalismo da operetta. Oggi Repubblica parlava dell’assemblea...