Blog Blog

L’Hubei dello Stivale (Parte 43) – A 150 all’ora contro un muro

(continua dalla parte 42) Nessuno, a meno che non sia ubriaco o sia un aspirante suicida, si lancerebbe consapevolmente a velocità folle contro un muro di cemento armato. Usare i freni come riflesso condizionato sarebbe naturale. L’istinto di sopravvivenza è innato in ognuno di noi. Ma se la velocità continuasse ad aumentare nulla ci impedirebbe di schiantarci anche premendo il...

L’Hubei dello Stivale (Parte 42) – I numeri del Piemonte non mentono. Ma qualcuno racconta bugie (seconda parte)

(Segue dalla parte 41) Per settimane il Piemonte non è stato in grado di aumentare il numero di tamponi. Il confronto con le altre Regioni che hanno un numero simile di abitanti è evidente. Solo il 16 ottobre la Regione Piemonte riesce ad avvicinarsi stabilmente alla soglia dei 10.000 tamponi. Ma è ormai troppo tardi rispetto al target prefissato mesi...

L’Hubei dello Stivale (Parte 41) – I numeri del Piemonte non mentono. Ma qualcuno racconta bugie (prima parte)

I numeri se interpretati correttamente non mentono. In questo caso i numeri del Piemonte sono lo specchio di una situazione difficilissima, come in altre Regioni, ma hanno una pessima caratteristica: fanno apparire la politica sanitaria emergenziale di questa Regione gravemente carente ed incapace di programmare risposte adeguate. L’aspetto ancor più grave è che il Piemonte era già tra le prime...

L’Hubei dello Stivale (Parte 40) – Ricciardi: le Regioni hanno dormito. Ed il Piemonte è la bella addormentata del Nord

(segue dalla parte 39) La notizia dei contagi in Italia, balzati in pochi giorni da 2.600 a oltre 3.000, oltre 4.000 e oltre 5.000 ha colto di sorpresa un po’ tutti ma in fondo questo era l’esito scontato della evoluzione della pandemia. Sull’andamento meno drammatico dei contagi in Italia rispetto a Francia e Spagna ha sicuramente influito il fatto che...

L’Hubei dello Stivale (Parte 39) – Quanto è forte l’“uragano”pandemico COVID-19?

(Segue da parte 38) In un documento pubblicato nel 2007 dal CDC di Atlanta1 veniva prefigurato lo scenario peggiore per una pandemia: una infezione virale nuova, con caratteristiche di elevata severità ed alta contagiosità, in una popolazione totalmente suscettibile, senza antivirali efficaci e con nessun vaccino disponibile. Il documento, a rileggerlo, sembra la dimostrazione di quello che si sarebbe dovuto...