Blog

dott

Sempre più medici all’estero (già oggi) e nel privato (molto presto). E il Ssn muore

Questa è la storia di Beatrice, una neolaureata in medicina e delle conseguenze delle sue scelte per la sanità italiana. Vuole fare chirurgia pediatrica, una specializzazione lunga e difficile. É molto volitiva ed ha deciso quale strada percorrere per raggiungere il suo obiettivo: ha mandato 10 mail in Svizzera. Spera che qualcuno le risponda per intraprendere la specializzazione in un...

respprof

Ddl responsabilità professionale: Il risk management in Italia è già finito

In questo mio articolo sul sole 24 ore Sanità illustro le novità del Ddl sulla responsabilità professionale e una riflessione su ciò che dovrebbe costituire la base della prevenzione e che invece viene lasciato senza risorse alcune: il risk management. Inutile credere alle favole. Le parole sul rischio clinico sono senza significato. A nessuno pare interessare. Men che meno ai politici

money

Per legittima difesa

Sono momenti decisivi per la Sanità piemontese. Non perchè essa sia stata amnistiata da un piano di rientro che sta affossando il diritto alla salute da troppi anni. Nemmeno per la posa della prima pietra della immaginifica “Città della Salute” che periodicamente occupa le pagine dei giornali, salvo poi constatare il deserto dei tartari nei luoghi prescelti per la superlativa...

strike

Anche il Sistema Sanitario Inglese è in crisi nera. Ma da noi è peggio

Pochi lo direbbero ma anche l’NHS inglese, orgoglio nazionale, sta attraversando un periodo difficilissimo. Gli organi di informazione britannici, quali ad esempio il Guardian, stanno lanciando l’allarme, dando voce agli amministratori dei Trusts, ovvero le strutture deputate a erogare le prestazioni sanitarie. Il Sistema Sanitario inglese, secondo il loro portavoce, Chris Hopson, è ormai vicino al punto di rottura per una crisi di liquidità...

lavalle2

La Valle della mediocrità

La sfrontatezza dell’ormai ex direttore sanitario della ASL TO4 nell’indire un bando concorsuale, parteciparvi, vincerlo e mettersi subito dopo in aspettativa è un caso esemplare di come molti sedicenti “top manager” siano il peggio del nostro sistema pubblico. Il sig. La Valle, invece di ringraziare la buona stella che lo aveva fulmineamente fatto diventare Direttore Sanitario d’Azienda (ASLTO4), ha pensato di...

molinette

Caporalato sanitario alla Città della Salute

Leggendo il bando elaborato dai “tecnici” e dai “manager” della Città della Salute, per reperire medici disponibili a svolgere guardie interdivisionali, si è indotti a credere che tra queste “trovate” e la raccolta dei pomodori da parte di migranti pagati “in nero”, ormai le distanze si riducano pericolosamente. Il livello abissale di impreparazione legale, la sfacciataggine di proporre importi orari identici...

slide_8

Nothing new but it’s not a numbers race

In seguito all’articolo comparso sul BMJ (BMJ 2016;353:i2139) che trovate qui ho deciso, come molti altri colleghi sparsi per il mondo, di rispondere a questa continua corsa al numero più impressionante di decessi per errori sanitari. Le critiche si concentrano sul metodo statistico e sulla continua ricerca di numeri che per definizioni non possono essere che “stime” a volte così grossolane da...

REnzi

Renzi, la cometa. E le “stelle” stanno a ghignare…

Lo sberlone elettorale di ieri avrebbe determinato nell’ex-PCI-PDS-DS-PD d’altri tempi un “immediato chiarimento”, un “approfondimento politico”, una “analisi sociale” nel vecchio Comitato Centrale. Leggasi: la premessa per un sonoro calcio in culo al segretario del partito. Inutile discettare sul fatto che si tratta di elezioni amministrative e non nazionali. Penoso aggrapparsi alla misera giustificazione fassiniana che “la destra ha votato...

errori sanitari-la sicurezza è un problema di sistema (1)

Errori sanitari: la sicurezza è un problema di sistema

Un video per l’Anaao web TV relativo al risk management in sanità. Viene fornito anche un breve esempio di come i sanitari possono venire indotti in errore grazie ad una carente progettazione per quanto riguarda le fiale usate in emergenza. Capire le falle di sistema e smettere di cercare le “colpe” e buttare le “mele marce” sarebbe già un buon inizio.